Frutto della passione, è davvero afrodisiaco?

Frutto della passione, è davvero afrodisiaco?

Il frutto della passione o Maracujà è una dolce e passionale new entry tra i frutti esotici più apprezzati in Europa. Si tratta di un piccolo frutto che, con le sue varianti calde di colore, è versatile in cucina e perfetto per aperitivi degni di aspettative romantiche.

Perché si chiama frutto della passione?

Il frutto della passione proviene dal Brasile, ma è ricercatissimo anche in Italia. Potreste averlo assaggiato durante un aperitivo, in quanto la sua forma particolare lo rende perfetto per le guarnizioni di piatti e cocktail.

Nonostante volgarmente si creda che il suo nome sia associato ad un suo determinante potere afrodisiaco, c’è davvero dell’altro dietro. Il frutto è denominato “della passione” proprio perché la sua forma ricorda la Corona di Spine di Gesù Cristo (la corolla) ed i chiodi con i quali venne affisso alla Croce (pistilli). Tuttavia, al di là della citazione biblica, è un frutto in grado di migliorare l’attività sessuale? Intanto, vi facciamo scoprire le sue innumerevoli proprietà benefiche sull’organismo umano.

I miracoli del frutto della passione

Piccolo, dolce ed acido allo stesso tempo, e dalla polpa giallo-violacea, il frutto, per chi non lo sapesse, è un ritrovato di vitamine e di elementi naturali che contribuiscono, a vario titolo, al benessere dell’organismo.

Innanzitutto, la sua colorazione implica la presenza di beta-carotene, una sostanza utile per il cuore e la pelle. Inoltre, il frutto è ricco d’acqua, dunque dissetante in estate e perfetto per la preparazione di sorbetti.

Tuttavia, esso è, altresì, ricco di fibre e ciò è notoriamente associato ad un’azione lassativa o comunque legata ad una sana regolarità intestinale.

La presenza di magnesio, ferro, potassio e zinco ne fanno un integratore naturale ed un energizzante (forse è per tale ragione che è stato definito afrodisiaco).

Il frutto della passione è un potente antiossidante ed aiuta a ritardare l’invecchiamento cellulare.

La pectina, contenuta nella sua dolce e profumata polpa, preverrebbe gli episodi di colite e ridurrebbe i problemi legati al tratto gastrico, migliorando le gastriti.

Secondo un recente studio, il consumo del maracujà potrebbe avere effetti benefici per i diabetici. Infatti, esso riuscirebbe a ridurre l’insulino-resistenza in caso di diabete di tipo 2.

I frutti afrodisiaci come o più del frutto della passione

Nonostante il grande favore di cui si può giovare succhiando la morbida polpa di un frutto della passione, esso non è il frutto che, in assoluto, migliora le prestazioni a letto.

Le fragole suggeriscono l’amore e la passione semplicemente per il loro colore rosso vivo, tuttavia sono anche un valido afrodisiaco. Morderle in coppia, in effetti, crea l’atmosfera giusta per un incontro bollente.

Le bacche di Goji, essendo ricche di vitamina C, restituiscono vigore e forza dopo una prestazione sessuale.

Secondo gli antichi Atzechi, l’avocado era il frutto della passione per eccellenza. E non avevano torto; contiene molte calorie, tutte da smaltire a letto col partner!

Uno dei frutti afrodisiaci per eccellenza è il fico, da sempre emblema di fertilità ed oggetto, nell’antichità, di riti propiziatori legati alle nuove nascite.

La banana è ricca di arginina e, dunque, favorisce la circolazione e l’afflusso del sangue ai genitali. Aiuterebbe, infatti, a combattere l’impotenza.

I pistacchi, salati e gustosi, sono degli amici di letto da non sottovalutare. In effetti, secondo recenti studi, potrebbero persino migliorare i problemi di disfunzione erettile.

Infine, ecco il nostro frutto della passione. Sapete perché è considerato un frutto afrodisiaco? Perché le sostanze contenute nella sua polpa dissetante aiutano a migliorare la cardio-circolazione e dunque a dar vigore alla prestazione sessuale.

Una ricetta afrodisiaca col frutto della passione

Ecco a voi una ricetta che può risvegliare i sensi del vostro partner. Si tratta del carpaccio di tonno con salsa al frutto della passione. Dopo esservi procurati del tonno fresco, tagliatelo a fette sottilissime e, se necessario, battetelo per renderlo ancor più sottile. Passate poi alla preparazione della salsa, per la quale avrete bisogno di:

  • 1 frutto della passione
  • 1 lime
  • tabasco
  • zenzero
  • pepe nero
  • zucchero di canna
  • aneto
  • olio extravergine

Prendete il recipiente del vostro Mixer e preparate il composto da frullare che dovrà poi diventare una crema in cui marinare il vostro tonno per circa mezz’ora. Spremete il lime, grattugiatevi la polpa dello zenzero; aggiungete poi il succo del lime assieme al succo del frutto della passione, al tabasco, a sale, pepe, olio e zucchero. Mixate il tutto e fate marinare il vostro tonno che potrà essere servito con fette di avocado.

Buona serata romantica!

Fonte: Frutto della passione, è davvero afrodisiaco?

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi