Assicurazione auto, come risparmiare da neopatentati

L’assicurazione auto oggi non rappresenta più, per fortuna, una voce esagerata nel nostro bilancio personale o anche familiare. Con la vasta scelta esistente tra le assicurazioni auto economiche, riusciamo facilmente a orientarci nella scelta più conveniente, senza tralasciare l’aspetto importante della sicurezza e anche della trasparenza della polizza. Tuttavia, se si tratta di neopatentati il discorso cambia un po’. Secondo il Ministero dei Trasporti in Italia il numero dei patentati si attesta sui 35 milioni e una buona percentuale è rappresentata dai neopatentati. Per questi ultimi cambia il peso della polizza assicurativa, che costa di più a causa della classe di merito minore in assoluto, ovvero la quattordicesima, che corrisponde a quella di una patente nuova di zecca. Questa classe, ovviamente, è anche la meno economica in assoluto. Ci sono, però, dei modi per risparmiare sull’assicurazione auto. Vediamo come.

Risparmiare sull’assicurazione auto da neopatentati

Come dicevamo, l’RC auto destinato a chi ha appena preso la patente costa di più rispetto alle altre classi di merito. Se stipuliamo una polizza a nome nostro da neopatentati, dobbiamo partire dall’ultima classe di merito, ovvero la quattordicesima. I costi sono dovuti alla giovane età e all’inesperienza. Tuttavia ci sono due metodi molto efficaci per risparmiare su questo tipo di casistica. Il primo è sfruttare la Legge Bersani, ovvero acquisire la classe di merito maggiore del familiare con cui si convive.

Neopatentati, altri modi per risparmiare

Vediamo ora un altro modo per risparmiare, ovvero non intestarsi la propria auto direttamente, ma intestarla a un altro familiare. In questo modo non si fa altro che utilizzare l’età e l’esperienza alla guida di chi è sicuramente più vecchio di noi e si deve estendere l’assicurazione alla guida libera per neopatentati. È chiaro, comunque, che in quest’ultimo caso, andando a far sottoscrivere la polizza a un altro membro della propria famiglia, non svilupperemo una nostra individualità in tema di Rc Auto, ma rinvieremo soltanto il problema. Nell’ottica, comunque, di un risparmio immediato è senz’altro una buona soluzione di cui tenere conto.

La polizza per neopatentati, i genitori

Dunque, riassumendo, sicuramente utilizzare le potenzialità dei nostri genitori per la polizza auto da neopatentati è un’idea efficace per provare a risparmiare un po’ sui costi dell’RC Auto. Un’ultima soluzione che possiamo prendere in considerazione è l’estensione della polizza del nostro genitore con opzioni ben precise che tengano conto della nostra inesperienza.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi