Di diete strane ne esistono tante, molte sono delle vere e proprie mode, la maggior parte delle quali adatte a brevi periodi e altre decisamente passeggere. Se non ci sono arrivate attraverso con il passaparola, spulciando qua e là ne abbiamo trovate delle belle e per alcune vale la pena di provare per altre invece sarebbe un azzardo.

Ma se la voglia di dimagrire è tanta e si vuole provare tanto per non lasciare nulla di intentato, ecco una selezione delle diete più strane e assurde.

 

  • La dieta detox con i succhi. Stando ad alcuni programmi questa dieta prevede l’ingerimento di soli liquidi, succhi di frutta e verdura da bere sei volte al giorno. Ingerendo solo liquidi risultati da frullati di frutta e verdura le calorie ingerite sono ridotte al minimo e questo si traduce in perdita di peso. Secondo gli esperti il dimagrimento che ne consegue alla perdita dell’acqua dei muscoli e non del grasso.

  • La dieta del bambino. Il programma prevede il consumo di 16 barattoli al giorno di cibo per bambini sostituiti ai normali pasti. Ne consegue un decifit calorico che si traduce in perdita di peso. Certo, il cibo per bambini non è pericoloso, ma per perdere peso non necessariamente dobbiamo ridurci a mangiare pappette.

  • La dieta visiva. Sembra una leggenda metropolitana: mangiare di tutto inforcando un paio di occhiali con le lenti azzurre. Filtrate da queste lenti i cibi dovrebbero sembrare meno appetitosi.

  • La dieta delle otto ore. Il programma consente di mangiare solo in una finestra temporale di otto ore. Questo espediente dovrebbe aiutare ad aumentare il metabolismo e così allontanare la possibilità di aumentare di peso.

  • La dieta del dolcetto a colazione. Come la precedente, non è una dieta così estrema e assurda, ma strana sì. Il programma consiglia di fare una colazione ricca con proteine e carboidrati, ma anche un piccolo dessert che dovrebbe distoglierci dalla voglia di dolce durante la giornata.

  • La dieta della Bibbia. Questa dieta dura 40 giorni come quelli trascorsi da Gesù nel deserto, durante questo periodo è concesso di mangiare frutta biologica, verdura, cereali, pesci e carne a colazione fatta solo 12 ore dopo l’alba e a cena consumata presto.

  • La dieta del cavolo. Dura 7 giorni durante i quali si può mangiare solo zuppa di cavolo, che ha un basso valore calorico, e piccole quantità di frutta e verdure a foglie verdi. La perdita di chili è dovuta principalmente al fatto che così facendo si mangia decisamente di meno.

Attenzione, però, non tutte sono formulate da dietologi, dietisti e nutrizionisti, molte di queste sono montate ad hoc da coloro che vengono considerati dei truffatori dell’alimentazione. Per chi è davvero intenzionato a perdere peso e a non riaccumulare più chili in eccesso è consigliabile rivolgersi a professionisti, cliniche o appositi centri, come il centro dimagrimento a Roma.