Consigli per comprare un’auto

Consigli per comprare un’auto

L’acquisto di una nuova macchina può essere considerato abbastanza semplice in quanto essa è solitamente comprensiva di garanzia, perciò l’acquirente non è sottoposto ad eccessivi stress nel corso del primo anno di vita del veicolo. Inoltre, al momento dell’acquisto, egli deve solo scegliere solamente alcune delle caratteristiche della vettura, come ad esempio il color, lo stile e gli accessori da integrare.

Comprare una macchina usata, invece, potrebbe considerarsi di più una vera e propria sfida. Infatti, a meno che tu non disponga di precise conoscenze del settore, non è detto che tu sappia cosa stai realmente acquistando in quel momento, né tantomeno sei in grado di comprendere quale sia il suo trascorso. Tuttavia, vediamo insieme alcuni suggerimenti da tenere bene a mente quando si procede nell’acquisto di una macchina usata.

  1. Fai bene le tue ricerche

Uno dei vantaggi di comprare una macchina usata è la possibilità di trovare facilmente informazioni che comparino quella vettura con le altre in circolazione. Inoltre potrai cercare online le recensioni specifiche di quel modello di macchina, che potranno fornirti tutte le informazioni necessarie per procedere nella tua scelta.

  1. Mai comprare a scatola chiusa

Praticamente qualsiasi cosa può essere acquistata attraverso una forma di canale online, e le auto non sono di certo un’eccezione. Tuttavia, prima di procedere all’acquisto di una macchina, dovresti poterla vedere dal vivo e, se ne hai la possibilità, effettuare un test drive della suddetta. Solo con questo ultimo infatti potrai comprendere se l’auto è adatta al tuo stile di vita e alle tue esigenze.

  1. Non fare acquisti impulsivi

È vero che vorrai comprare quella macchina perché ti avrà colpito proprio al primo sguardo, ma basare un acquisto di questa portata su questo impulso, potrebbe rivelarsi davvero sciocco. Perciò prenditi tutto il tempo necessario e considera tutti gli aspetti del veicolo e controlla che essi rispondano ai tuoi bisogni.

  1. Richiedi il parere di un esperto

Prima di comprare una macchina usata di cui non sei certo della sua storia, è meglio portarla dal tuo meccanico di fiducia per un controllo totale. Lui saprà sicuramente consigliarti la scelta migliore da fare.

Se sei alla ricerca di auto usate nel territorio di Catania, comprensive di garanzia e di controllo di meccanici qualificati, allora HertzRent2Buy è la soluzione che fa per te! Corri in uno dei nostri concessionari, potrai scegliere tra un’ampia gamma di veicoli. Inoltre, prima di procedere all’acquisto, richiedi un test drive. Cosa stai aspettando? Corri nei punti vendita HertzRent2Buy!

I villaggi vieste: per divertenti vacanze nel meraviglioso Gargano!

I villaggi vieste: per divertenti vacanze nel meraviglioso Gargano!

Il sito ViesteResidence.com contiene numerose e convenienti offerte, per trascorrere piacevoli vacanze presso i villaggi di Vieste! Ci sono straodinaria promozioni, che garantiscono la possibilità di alloggiare in villaggi ben organizzati. A fronte di prezzi molto accessibili, il predetto sito permette di scegliere dei villaggi veramente ospitali ed accoglienti.

Sarà, così, possibile fare una vacanza a Vieste, nel Garagano, dove vi sono il mare, spiagge incantevoli e divrrtimenti. Si possono scegliere differenti tipologie di villaggi: ve ne sono alcuni, pieni di uliveti, che offrono la possibilità di trascorrere una vacanza in formula residence o apart hotel. Nello specifico, permettono di optare per diversi alloggi, come miniappartamenti, bungalow o, più semplicemente, camere, a seconda delle singole scelte del turista. Le stanze di alcuni villaggi possono ospitare fino a sei persone e sono dotate di impianti di climatizzazione, tv, biancheria da bagno e da letto, phon, saponi e doccia-shampoo. Alcuni villaggi hanno anche giardini con barbecue, per trascorrere il tempo libero in allegria, immersi tra le bellezze naturali. Servizi dedicati allo sport, al benessere psico-fisico ed al relax.

Per i bimbi, molte volte, ci sono specifiche aree-gioco e mini-club. Per i ragazzi, molti villaggi a Vieste hanno palestre, piscine, campi di calcetto, tennis. Si possono anche praticare sport acquatici, come il beach soccer o il beach volley. In tal modo, anche i bimbi ed i ragazzi saranno lieti di trascorrere le vacanze nei villaggi a Vieste. Vi sono, infine, i servizi per le spiagge, grazie ai quali coloro, che alloggiano in un villaggio turistico a Vieste, possono usufruire di ombrellone, sedia sdraio ed altre comodità. Per alcuni villaggi, si può usufruire anche di una navetta, che porta al mare. Per il resto, i diversi villaggi hanno ristoranti, anche per take away, bar, pizzerie ed altri locali, dove vengono cucinati i piatti tipici della zona. Si può, pertanto, usufruire di pensione completa o di mezza pensione.

I locali sono muniti di toilette per disabili e facilitano anche i turisti, che si muovono in macchina, perché hanno ampi parcheggi custoditi. Alcuni villaggi consentono l'uso di biciclette, per spostarsi più liberamente, senza restare impelagati nel traffico. La maggior parte dei villaggi pubblicizzati sul sito www.viesteresidence.com si trova, inoltre, in una posizione utile, per raggiungere il centro storico e visitare le bellezze architettoniche. Sono anche vicini ad altri punti di riferimento di interesse, come le farmacie, il pronto soccorso, gli uffici postali o il supermercato, se si ha necessità di acquistare qualcosa per la cura personale o per portarsi uno spuntino in spiaggia. Se, infine, si buole andare al mare a piedi i in bici, non mancano i villaggi a Vieste, situati in prossimità delle bellissime e caratteristiche spiagge del Gargano. In tal modo, ci si può completamente rilassare e divertire, senza pensieri. A fine vacanza, i pagamenti accettati dai villaggi a Bieste sono quelli effettuati in contanti, tramite bancomat o carte di credito. In tal modo, si è più spensierati e non ci si deve portare troppo denaro con sé. In sintesi, visionando il sito ViesteResidence.com, è possibile guardare comodamente dalla propria abitazione i diversi villaggi presenti a Vieste, la disponibilità o meno di camere, le varie offerte promozionali riservate a chi accede al predetto sito. Si possono chiedere anche specifiche informazioni, avanzando le richieste mediante la compilazione di un modulo presente sul sito www.vuesteresidence.com. Optando per un villaggio pubblicizzato sul sito www.viesteresidence.com, si scelgono servizi di accoglienza, che si conciliano con lo splendore delle bellezze naturali, come il mare e le spiagge e con l'incanto del centro storico medievale. Presso i villaggi, visibili sul sito ViesteResidence.com, è possibile trascorrere delle belle vacanze, all'insegna del relax, del benessere e del divertimento. Si potranno,così, percorrere i vicoli di Vieste, vivendo il folklore dei luoghi ed assoporando le huone sane ricette della cucina mediterranea. Scegliendo i villaggi presenti sul sito ViesteResidence.com, si può quindi alloggiare presso bellissimi villaggi, che offrono molti servizi di intrattenimento!

Cos’è il paddle o padel tennis

Il paddle tennis – spesso chiamato padel pur indicando una variante leggermente diversa – è una disciplina sportiva che si pratica con una racchetta di ridotte dimensioni, in inglese paddle racquet, ed una pallina da tennis regolamentare su campi di dimensioni ridotte. La differenza con il padel tennis consiste in alcune regole e nel campo circondato da pareti trasparenti che costituiscono anch’esse il terreno di gioco. Il paddle tennis nasce nel 1898 per ideazione dello statunitense Frank Beal, mentre la sua variante moderna, il padel viene sviluppato e messo a punto nel 1969 dal messicano Enrique Corcuera. Lo sport è praticato soprattutto in Sud America dove l’Argentina è il paese che conta il maggior numero di campi (35.000) e praticanti (4.500.000).

Il padel tennis in Italia

In Italia, il padel fu presentato per la prima volta nel 1991 a Bologna, durante la manifestazione dello Sport Show, ma la sua diffusione è stata un po’ discontinua fino al boom degli ultimi anni. Questa specialità sportiva è particolarmente diffusa a Roma per via della sua somiglianza al tennis – sport da sempre molto popolare nella capitale – e per la sua economicità. Solo a Roma si contano 100 campi da padel, tra cui quelli molto ben attrezzati dello Sporting Club Parco De Medici. Già nel 1991, nacque in Italia la Federazione Italiana Gioco Paddle / Padel (F.I.G.P.) in accordo con i regolamenti del C.O.N.I. (Comitato olimpico Nazionale Italiano). Sebbene la Federazione Italiana, chiami lo sport Paddle, le regole di riferimento sono quelle del padel, vale a dire la variante messicana che si gioca con racchette a piatto pieno con forellini (racchetta non incordata) e la palla è molto più soffice di quella del tennis. La dimensione del campo è meno della metà di un campo da tennis (20 m di lunghezza per 10 m di larghezza),  muri che delimitano il campo sono alti 3 metri e fanno parte dell’area di gioco e quindi se la palla rimbalza sui muri può essere respinta con la racchetta. Quest’ultima regola assimila il padel tennis al Court paume o real tennis o court tennis che dir si voglia. Il punteggio è lo stesso del tennis.

Le regole del padel tennis

Il Padel è un gioco divertente che può essere praticato da tutti senza distinzione di età, sesso, preparazione tecnica e fisica e, inoltre, richiede una spesa minima rendendolo accessibile a chiunque. Le regole di base sono le stesse del tennis, con alcune varianti:

  • La racchetta è una sorta di “pagaia” solida e forata per essere più leggera, della lunghezza di 45,50 cm;

  • Le palle, secondo la consistenza e le dimensioni approvate dalla FIGP, sono le stesse del tennis o leggermente più morbide;

  • Le due metà campo sono divise da una rete;

  • Il giocatore che serve è in posizione diagonalmente opposta all’area di battuta dell’avversario e deve far rimbalzare la palla sul pavimento prima di colpirla;

  • La palla non può toccare al volo le pareti del campo avversario, la maglia metallica, né può rimbalzare due volte sul pavimento;

  • I giocatori possono respingerla di “volèe” e hanno anche la possibilità di colpire le pareti del proprio campo e far sì che questa dopo passi sopra la rete verso il campo avversario.

Nel Padel, il punto si effettua quando la palla va a toccare al volo le pareti del campo avversario, la maglia metallica e rimbalza due volte sul pavimento oppure quando, spinta da un giocatore, rimbalzi correttamente sul campo avversario e poi, oltrepassati i limiti del campo, colpisca qualche elemento o oggetto estraneo o rimbalzi due volte sul campo avversario.

La storia del padel

Nel 1969 il un ricco messicano, Enrique Corcuera, volendo costruire un campo di paddle tennis in casa sua commise uno sbaglio di misurazione: essendoci dei muri proprio a ridosso dello spazio disponibile per tracciare il campo, concepì l’idea di considerare i muri come parte integrante del campo di gioco stesso. Corcuera poi regolamentò il nuovo gioco e lo chiamò padel tennis. Successivamente, Corcuera invitò a giocare a casa sua un amico spagnolo, il nobile Alfonso Hohenloe, il quale rimase entusiasmato dal gioco, a tal punto che al suo rientro a  Marbella (nel 1974), fece costruire un campo nel suo circolo sportivo: il Marbella Club, frequentato soprattutto da latino americani e argentini i quali furono i primi a diffondere in patria il gioco del padel. Oggi, gli argentini sono campioni del mondo nella disciplina e contano numerose strutture pubbliche dove praticare questo divertente sport.

L’impianto elettrico: l’importanza della manutenzione.

Gli impianti elettrici sono ormai parte integrante e indispensabile di ogni appartamento, luogo di lavoro, fabbrica, negozio, ufficio, museo, di ogni luogo pubblico o privato. D’altra parte, vi è sempre la necessità di illuminare per migliorare la visibilità o, ad esempio nei teatri, per creare effetti scenografici.

Tutti noi abbiamo, nelle nostre case, interruttori per accendere la luce, prese di corrente per poter utilizzare gli utensili per la cucina, caricare il telefono o far funzionare le luci dell’albero di Natale. Esistono un’infinità di oggetti e attrezzi che utilizzano l’energia elettrica per il proprio funzionamento, ed è quindi indispensabile avere un impianto elettrico idoneo, sicuro e in buono stato. Vediamo grazie all'ausilio della ditta pronto intervento roma, quali sono i problemi più comuni che si verificano con il trascurare l'impianto elettrico. 

Quali problemi si possono verificare?

Tra i problemi che possono insorgere, vi sono quelli più comuni di interruzione momentanea della corrente o quelli di passaggio instabile di energia elettrica, che rischia di danneggiare gli oggetti collegati, a volte anche in modo anche irreparabile; per non palare dei vecchi impianti che ancora troviamo in alcuni appartamenti e che possono risultare pericolosi anche in termini di cortocircuiti, scariche elettriche e pericoli per le persone stesse proprio a causa della loro inadeguatezza. Ciò non significa che un impianto nuovo sia perfetto: in ogni caso è necessaria una manutenzione periodica ed effettuata da professionisti, i quali sono in grado di verificare lo stato dell’impianto ed eventualmente agire sulle parti in cattivo stato.

Se si riscontrano delle disfunzioni sull’accensione delle luci o dei vari apparecchi, dei problemi riguardo il funzionamento del telefono o della rete, difficoltà a visualizzare tutti i canali del televisore, problemi o guasti con i citofoni che non permettono di sentire con chi si sta parlando, è opportuno far controllare ognuno degli aspetti critici riscontrati. Fondamentale è anche il controllo periodico del salvavita, così denominato perché evita che le persone si facciano male, e verificare, quindi, che il suo funzionamento sia sempre corretto.

In tutti i casi, è bene ricordare che l’energia elettrica deve essere gestita da professionisti e che non è opportuno improvvisarsi tecnici specializzati o elettricisti, piuttosto in una situazione di emergenza per guasti improvvisi è bene affidarsi prontamente ad aziende che possano intervenire subito a risolvere la situazione e che in genere operano h24.  La manutenzione è, quindi, il sistema migliore per diversi motivi: impedire possibili interruzioni nell’erogazione del servizio di energia elettrica, risparmiare in termini di denaro, in quanto previene eventuali sostituzioni degli impianti (che sono molto costosi) e preservare la sicurezza della propria famiglia, dei propri dipendenti di lavoro e delle persone in generale.

Perchè ordinare dolci a domicilio?

Con le nuove tecnologie, basta una connessione veloce ad internet, un’app mobile su qualsiasi device a nostra disposizione o navigare alla ricerca di uno dei tanti portali online dedicati al food delivery per poter ordinare, in poco tempo ed ovunque ci si trovi, anche dei dolci a domicilio.

Non sono da meno, però, i negozi delle nostre città, le vecchie pasticcerie di una volta, magari del proprio quartiere, che si stanno organizzando, in qualche modo, ponendosi al passo con i tempi, tra siti internet e social media. I tempi sono decisamente cambiati, o meglio, cambiano in continuazione, e anche ciò che fino a solo pochi anni fa sembrava pura fantasia, oggi si fa attuale, incide sulle abitudini dei consumatori e le modella, con la rete a fare da filo conduttore di ogni mutamento.

In voga, invece, soprattutto negli ultimi anni, di chiara ispirazione fusion tra le patisserie parigine ed i cake corner londinesi, le bakery, a metà strada tra un caffè letterario ed un covo di dolcezze nascosto, stanno prendendo sempre più piede anche nel nostro Belpaese, ed offrono, come un vero e proprio e-commerce, la possibilità di ordinare dolci, torte e gelati a domicilio, comodamente da casa o in auto, prima di giungere al locale.

Ma il gusto, il sapore, il profumo, di poter andare direttamente in pasticceria, per “sentire” l’odore del laboratorio ed avere, sotto occhi e sotto mano, quella sensazione di creazione di leccornie e di manifattura artigianale di qualità, beh non ha assolutamente prezzo!

Ordinare, comunque, dolci a domicilio, è una comodità, che è sempre esistita. Sono cambiati, di certo, i mezzi ed i modi, ma è stata sempre una marcia in più degli esercizi commerciali del settore, che si sono impegnati ad andare incontro alle esigenze e alle voglie dei clienti o, perché no, anche per attrarne di nuovi.

L’ordine, come detto, con l’avvento dell’online ha sbaragliato la concorrenza della telefonata o del “mettimi da parte questo, passo più tardi!”. C’è un mondo dietro al semplice www, che attraverso un form di contatti ed un click di prenotazione, permette a chiunque di ordinare torte, croissant, cookies, dolci da far recapitare, entro poche ore per la stessa città o al massimo in un paio di giorni per consegne nazionali.

Alla fine, non si tratta di un cambio di abitudini vero e proprio quanto, piuttosto, di un servizio in più, che si integra a quelli tradizionali e permette ai consumatori di disporre di nuove alternative, di cui servirsi in determinate situazioni.

tre mosse per vincere quando la vita non va come dovrebbe

Come si fa a non perdersi d’animo quando la vita non va come dovrebbe? 

Progettiamo tutto, ma qualche volta le cose non vanno, succede qualche evento spiacevole e qualche inconveniente ci blocca e ci sembra che tutti i nostri sforzi non siano serviti a nulla. 

Passiamo dal sentirci in colpa per non aver previsto qualcosa , al sentirsi preoccupate, spaventate , scoraggiate al punto da desiderare di abbandonare tutto. 

Però ci sono semplici tattiche da mettere in pratica per non perdersi d’animo e risolvere la situazione. 

E’ importante ricordarsi che la tenacia e persistenza sono qualità che premiano, nel tempo e che quindi si rivelano importanti per risolvere situazioni impossibili. 

Non mollare quando le difficoltà fanno capolino lungo la strada, trovando il modo per non perdersi d’animo . 

Se c’è qualcosa che ci infastidisce, qualcuno che ci ha messo i “bastoni fra le ruote”, non bisogna continuare a cercare mentalmente tutti i motivi che possono aver scatenato questa situazione. 

Nel momento in cui si è depressi, preoccupati la prima cosa da fare è: smettere di pensarci. 

Distanziandosi dal problema è molto probabile che lo si percepisca in modo decisamente più debole e che improvvisamente si riesca a ridimensionarne la difficoltà. 

Un altro passo per vincere quando qualcosa non va bene, è dopo aver preso la distanza dal problema, fare qualcosa di bello per se stessi. Bisogna coccolarsi, farsi sentire bene, parlarsi. 

Ripetere che va tutto bene. Le cose si stanno sistemando al meglio. Da questa situazione arriverà solo bene. Ripetere queste affermazioni fa bene ,rasserena la mente e senza dubbio qualcosa di positiva succederà. 

Dopo aver svolto le prime due attività con convinzione, la persona risulterà meno scoraggiata e più serena. 

L’energia sarà cambiata e si sarà attivato un aspetto positivo e creativo. 

Seguendo questi 3 passi, si raggiungeranno facilmente i risultati per vivere meglio: 

la persona si sarà calmata e rassicurata, lasciando andare l’ansia, la paura e le preoccupazioni. 

Avrà recuperato lucidità e sicurezza in se stessa. 

Avrà stilato una sorta di piano d’azione per uscire dal problema e riprendere in mano le redini della situazione entrando in azione. 

Non è difficile cercare di creare uno stile di vita che ci possa aiutare a vivere meglio e in pace con gli altri. Costruirsi una vita più in linea con se stessi per esprimersi davvero e vivere liberi e soddisfatti. 

Il tempo che passa come valore e non come “orrore”

Il compleanno è una ricorrenza che senza dubbio va celebrata. Con l'avanzare dell'età molti tendono a rinunciare alle ricorrenze. Si iniziano ad odiare le feste comandate come Natale e Pasqua e per mancanza di voglia o di tempo di trascura anche la propria festa.

Questo è un errore. Il compleanno è una ricorrenza emotivamente importante: un anno è passato, avete fatto molto e molto c'è ancora da fare.

In 365 giorni si raggiungono obiettivi, si fanno scelte, si chiudono capitoli e se ne aprono di nuovi. Si completa qualcosa o magari si fallisce. Ma tutto questo merita di avere una sua dignità. Inoltre, si apre un nuovo ciclo, un nuovo anno. Altro 365 giorni da sfruttare al meglio, pieni di belle novità, di occasioni, di possibilità di riscatto, di maturità da acquisire.

Festeggiare il proprio compleanno vuol dire dar peso e valore a tutto questo e a voi. E' un'occasione per celebrarsi.

Senza pensare alle rughe, al tempo che avanza e a tutti questi pensieri negativi che ormai tendiamo a rincorrere, oppressi dall'ansia del tempus fugit. Prendetevi una notte, la vostra notte e festeggiatevi al meglio.

Celebrarsi e ringraziarsi per tutto quello che si è raggiunto è un modo di volersi bene e di accettarsi. Siamo bombardati da messaggi sbagliati: talk show, serie tv, facebook, tutti ci dicono come dobbiamo essere sia fisicamente che professionalmente; quali traguardi dobbiamo raggiungere entro quale età, e se non si è così si è dei falliti, degli stupidi, dei perdenti. Tutto ciò non fa altro che peggiorare la nostra immagine riflessa alo specchio, nella convinzione di non essere “abbastanza”. Provate a pensare a tutti questi discorsi come a dei luoghi comuni, delle banalità. Ognuno ha il diritto di raggiungere i propri traguardi con i propri tempi e di vivere la propria vita come vuole e con chi vuole. Anche questo pensiero è una frase fatta, ma corrisponde anche al modo più sereno di vivere la propria vita.

E allora, che festa sia!

I 18, i 30, i 40 sono appuntamenti i rinunciabili, per tirare un bilancio di tutta la strada percorsa e per proporsi nuove mete in funzione ai propri desideri e alle proprie possibilità: puntare alla “vostra” luna.

Se abitate a Roma, ci sono tantissime location dove è possibile celebrare al meglio la vostra notte.

Organizzare feste di compleanno Roma è più semplice di quanto pensiate; celebrate chi siete insieme alle persone a cui volete bene, la vostra serata non avrà prezzo.