Il fenomeno della cartomanzia: in calo o in trasformazione?

 

La cartomanzia, ossia l’arte di prevedere il futuro attraverso la lettura delle carte o di altri oggetti magici, è un fenomeno che da sempre impregna le civiltà più o meno evolute. L’occulto e la ricerca di risposte attraverso le capacità divinatorie di streghe e fattucchiere non sono una novità. Tuttavia negli ultimi anni, con il dilagare della crisi economica e l’avvento di internet, questo fenomeno ha assunto nuove sfumature: gli italiani, alla ricerca di risposte inerenti alla propria carriera, alla ricerca di lavoro e di stabilità economica, hanno incominciato a sfruttare i servizi offerti dalle cartomanti sia online che telefonando ad appositi numeri a pagamento, talvolta in diretta tv.

Ad oggi alcuni studi di settore, come quello realizzato dagli esperti sul significato dei sogni di Sognienumeri.it,  sembrerebbero tuttavia affermare che gli italiani hanno incominciato d affidarsi meno alle esperte dell’occulto e questo potrebbe significare o un aumento di sfiducia nel settore, con conseguente calo del business connesso alla cartomanzia, oppure una ripresa dell’economia che permette ai cittadini di essere più fiduciosi per il futuro e sfruttare al meglio il proprio denaro. In un caso o nell’altro sembrerebbe esservi una diminuzione della richiesta alle veggenti. Ma è davvero così?

In realtà altri dati tendono a sottolineare un altro fenomeno, ossia quello legato al cambiamento della tecnologia sfruttata per consultare gli oracoli e ottenere risposte ai propri dubbi e incoraggiamenti laddove regna la sfiducia: si tratta delle applicazioni per gli smartphone.

Più che in calo, la cartomanzia sembrerebbe essere in evoluzione, come già è avvento in passato. Ora il futuro dei maghi sarebbe sulle app per cellulari e tablet, sui social network come facebook e sulle chat online come whatsapp. Come funzionano queste nuove tecniche di divinazione? Il cliente scoraggiato  e curioso deve pagare con la propria carta di credito o Paypal la cifra richiesta, dopodichè avviene lo scambio di fotografie di tarocchi e carte magiche attraverso la fotocamera del device adoperato. Anche Skype rappresenta un canale di scambio di consulti magici con sedicenti veggenti. Oltre a richiedere previsioni per il futuro vi sono anche persone che chiedono la cancellazione di un maleficio che imporrebbe disgrazie, affermando di essere vittime di un malocchio che impedisce ad esempio di trovare la posizione lavorativa tanto ambita.

Sembrerebbe quindi che non si possa parlare di minor richiesta, ma di trasformazione del mercato dell’occulto. Come sempre i maghi del business sanno come sfruttare le innovazioni tecnologiche e i timori degli italiani.

 

Origami: le decorazioni che giungono dall’Oriente

{CAPTION}

 

Gli origami sono delle creazioni così originali adatte a decorare ogni occasione. L’arte di piegare più e più volte un foglio seguendo determinati schemi geometrici dalla Cina è approdata in Italia, raccogliendo non pochi apprezzamenti su originalità, creatività e decorazioni; fare gli origami, infatti, permette di realizzare persone, oggetti, animali e fiori di carta.

Questa tradizione è nata in Giappone e in Cina, dove è elemento caratterizzante della cultura del popolo, ma gli origami riguardano anche il Vietnam (gli origami di pesci che vengono usati per la festa dell’ultimo dell’anno) e le Hawaii (le ghirlande di fiori e frutti tradizionali); l’abilità di piegare la carta ha raggiunto anche gli arabi e l’occidente.

Alcuni trovano le origini della tecnica degli origami nell’epoca Muromachi, tra il 1392 e il 1573, ricordando quando durante specifiche cerimonie venivano donati dei particolari molluschi, all’interno di astucci di carta, ai samurai per simboleggiare l’immortalità. Questi astucci erano inizialmente piegati in modo semplice, ma con il passare del tempo erano sempre più elaborati fino a diventare dei veri e propri doni unici e speciali.

Quando vogliamo fare un origami, generalmente si comincia da un foglio quadrato di un unico colore o con facce di diverso colore. Non basta piegare la carta per fare degli origami, ma esistono dei veri e propri principi che regolano tecnica moderna. Primo tra tutti ci sono i principi shintoisti del ciclo vitale rappresentato nella forma della carta, le sue piegature, la sua fragilità e la complessità del lavoro. Gli origami giapponesi, infatti, nascono proprio dalla religione shintoista.

Oggi gli origami hanno perso una connotazione tutta diversa; sono un vero e proprio passatempo, oggetto di laboratori di creatività e suggerimenti di decorazioni. Spesso, infatti, gli origami sono utilizzati per arredare stanze, tavole e sale feste Roma.

Quindi, per fare degli origami per addobbare la nostra sala delle feste abbiamo solo ed esclusivamente bisogno di carta, che sia bianca o colorata da fotocopie, da legatoria, con fantasie floreali, carta metallizzata, carta velina o carte speciali realizzate a mano. Poi, dopo aver scelto l’origami da fare, bisogna armarsi di pazienza. Ci sono quelli facili da fare anche con i bimbi attraverso il supporto di illustrazioni o videotutorial per aiutare nella realizzazione oppure quelli più impegnativi. Attualmente gli origami sono diventati un vero e proprio business tanto che esistono esperti capaci di progettare sculture di carta e scenografie con gli origami, tanto da esplorare le più originali forme d’arte.

 

La nuova vetrina online dell’Autofficina Autronica

{CAPTION}

 

Chi guida un’auto ha sempre bisogno di mantenerla nelllo stato migliore, sia per quanto riguarda la sua  funzionalità che per quanto riguarda l’estetica. L’auto può incorrere in tanti problemi di ogni tipo  e per questo è importante sapere a chi rivolgersi per risolverli.

L’autofficina Autronica è quanto di meglio si possa trovare nel settore dei veicoli.  Se si cerca una carrozzeria a Tavagnacco, in provincia di Udine, che si occupi anche di manutenzione e di elettronica, questa officina è quella a cui rivolgersi per rimanere soddisfatti.

Adesso è on line il nuovo sito di Autronica. La home page è molto funzionale e semplice, e presenta i servizi di cui si può disporre. Chi visita il sito si rende subito conto della professionalità del team di Autronica. Il compito di questo team infatti inizia fin dall’acquisto dell’auto, con una consulenza personalizzata per aiutare il cliente a scegliere nel modo più consono alle proprie esigenze. C’è anche un catalogo di prodotti per le vetture, scelti tra i migliori in commercio. Nel blog, l’utente può conforntarsi con altri, e cercare risposte a dubbi e curiosità. E per vedere quanto si consuma c’è una sezione apposita che mette a confronto i vari tipi di carburante in prospettiva risparmio.

Autronica è un’officina autorizzata Opel, ma segue ogni tipo di veicolo, compresi i camper. E’ previsto infatti un servizio di manutenzione per i camper, con un’assistenza continua anche per quanto riguarda gli accessori e gli impianti presenti.

L’officina segue il cliente anche nelle difficoltà impreviste. Essa offre infatti il carro attrezzi per chi si trovasse in panne. A ogni ora, anche di notte, c’è la possibilità di farsi prelevare l’auto per poi farla riparare in seguito.

Per chi volesse installare sulla macchina un impianto GPL, Autronica si occupa di tutte le fasi. Si parte dalla consulenza, per proseguire con l’installazione, e a seguire la manutenzione dei tecnici per ogni tipo di problematica. Gli impianti di cui si avvale l’officina sono dell’azienda Landi Renzo, leader a livello mondiale nel settore.

Autronica è la migliore amica delle auto. Come si evince dal sito, offre ogni tipo di servizio: dalla consulenza alle riparazioni, a revisioni e collaudi, è sempre pronta a soddisfare ogni richiesta. E grazie alle news presenti nel blog, dà continuamente aggiornamenti per muoversi al meglio sul proprio veicolo. Rivolgendosi ad Autronica si avrà sempre professionalità, cortesia e competenza, oltre che il meglio in fatto di accessori e di prodotti per le auto.

 

 

Rifacimento del tetto di casa: normative, info utili e detrazioni fiscali

Tante sono le imprese che si sono specializzate nel rifacimento di tetti, la scelta quindi a cui affidarsi é ampia ed é possibile chiedere quindi diversi preventivi prima di decidere a chi affidare i lavori; nel valutare i preventivi è opportuno tenere in considerazione i tempi ed i materiali proposti.

fotovoltaico-rifacimento-tetto

In mercato esistono tanti tipi di materiali per coibentare il tetto. Nell’eseguire il rifacimento dei tetti a Torino occorre prestare attenzione alle specifiche condizioni meteoriche cui è soggetto il capoluogo. Nel decidere di rifare la copertura spesso si parte dall’esigenza di migliorare l’isolamento del tetto. La realizzazione di una efficiente coibentazione della copertura permette di ottenere un buon isolamento rispetto alle rigide temperature invernali ma anche rispetto all’effetto del sole battente nei mesi estivi.
Volendo, la dove l’opera di miglioramento termico è da eseguire su piccole unitá immobiliari, é possibile intervenire autonomamente per il la ristrutturazione del tetto infatti sono presenti tanti negozi di “fai da te” e bricolage dove poter reperire tutti gli strumenti ed il materiale necessario per poter eseguire i lavori senza avvalersi di un’impresa specializzata.

Laddove nei lavori di rifacimento del tetto a Torino (come nel resto d’Italia) si attui una riqualificazione energetica rispetto al manto di copertura preesistente, è possibile fruire della detrazione fiscale del 65%. Nel qual caso si decida di avviare la richiesta di detrazione è necessario che vengano rispettati i requisiti previsti dalla norma ovvero con la definizione della nuova copertura bisogna ottenere un valore limite di fabbisogno di energia primaria annuo per la climatizzazione invernale, inferiore di almeno il 20% rispetto ai valori riportati nella tabella allegata al Decreto ove sono riportati i parametri cui far riferimento definiti con decreto del ministro dello Sviluppo economico dell’11 marzo 2008, così come modificato dal decreto 26 gennaio 2010.
Il valore massimo della detrazione in questo caso è pari a 100.000 euro.

Nel caso in cui i lavori riguardino le strutture opache verticali, quelle orizzontali e quindi le coperture, le finestre comprensive di infissi, fino a un valore massimo della detrazione di 60.000 euro, la condizione per fruire dell’agevolazione è che siano rispettati i requisiti di trasmittanza termica U, espressa in W/m2K, presenti nell’apposita tabella definita dal decreto del ministro dello Sviluppo economico dell’11 marzo 2008, così come modificato dal decreto 26 gennaio 2010.

La detrazione al 65% è ammissibile inoltre laddove si preveda l’installazione di l’installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda, in questo caso il valore massimo della detrazione è 60.000 euro.

Software per rilevazione delle presenze e controllo degli accessi

La perfetta efficienza di un’azienda è un dato misurabile secondo una vasta scala di fattori. Uno dei principali è quello legato alla cura e alla gestione del personale, vero e proprio motore di ogni ciclo produttivo.

Azienda leader nel settore della strumentazione relativa alla rilevazione delle presenze e al controllo degli accessi, la ditta piemontese Cerriana SPA ( http://www.cerriana.com/) si è specializzata negli anni anche nella progettazione di strumenti di precisione destinati ad altre finalità. Elegante e raffinata, infatti, è la linea di orologi visivi a lancette Modustime, realizzati per interni ed esterni. La sua linea sobria e la sua pregevole fattura ne fanno un prodotto ideale da installare sia in ambienti privati che in uffici o edifici pubblici, ponendo sempre la massima attenzione e professionalità nello studio accurato delle cifre nella loro forma e proporzione, per permettere la perfetta leggibilità in ogni contesto e da ogni angolazione.

software-rilevazione-presenze

In particolare, la linea Modustime per esterni è una soluzione perfetta anche in luoghi molto ampi e a vasta affluenza, come stazioni ferroviarie e aeroporti. Lo studio minuzioso delle proporzioni e i materiali utilizzati (la cassa è in acciaio verniciato con polveri epossidiche, resistenti agli agenti atmosferici, e il quadrante e le lancette sono in alluminio), in particolare per realizzare una numerazione contraddistinta da una serigrafia a spessore, permetto una lettura agevole anche da lunghe distanze, in condizioni di scarsa visibilità e in ogni condizione climatica.

Peculiarità di questi prodotti Cerriana è la possibilità di mantenere il controllo delle strumentazioni di questa linea a distanza, da un orologio pilota, o programmare una gestione autonoma radiocontrollata tramite una base tempi interna. Oltre a ciò, gli orologi Modustime possono essere dotati di movimento ricevitore di impulsi polarizzati o con movimenti radiocontrollati.

A seconda delle esigenze, questi dispositivi possono essere prodotti in varie dimensioni e in forma tonda e quadrata. Inoltre, la Cerriana prevede quattro tipi di installazione per gli orologi visivi Modustime: l’installazione a parete, a bandiera con doppio quadrante, a soffitto con doppio quadrante e, infine, esterna a palo con doppio quadrante. Così da soddisfare ogni tipo di esigenza legata al contesto e alla visibilità.

Contratti d’appalto: scopri come funzionano

Roma, la capitale d’Italia e una delle capitali più importanti a livello europeo, è in netta evoluzione dal punto di vista architettonico. Questo porta molto spesso, a sentir parlare, specie nei mezzi di comunicazione come ad esempio i giornali, di aziende che organizzano delle gare di appalto Roma con lo scopo di stabilire quale azienda si occuperà di una determinata mansione.

Molti però non sono a conoscenza di cosa sia un contratto d’appalto, quindi ve lo spiegheremo in breve. Il contratto d’appalto è un contratto particolare, il quale viene stipulato dall’ente appaltante che assegnerà delle mansioni da realizzare, che siano pubbliche o private, ad un tipo specifico di impresa, ossia le imprese costruttrici, chiamate altresì appaltatori, o altrimenti ad un gruppo di imprese RTI o ATI, o ancora ad un consorzio.

Le tipologie di appalto

Il tema degli appalti è davvero vasto, in quanto non esiste solamente una tipologia di appalti. Questi appalti infatti, vengono suddivisi in base alla modalità con cui viene condotta la contabilità dei lavori. Si può dire quindi che l’appalto viene suddiviso sul calcolo del corrispettivo in quattro specifiche tipologie di appalti: appalti a corpo, appalti a misura, appalti misti a corpo e misura, appalti in economia.

Negli appalti a corpo, l’importo che deve essere riconosciuto all’appaltatore, sarà una cifra fissa che dipenderà dal valore economico dell’opera che compirà, la quale non dovrà subire nessun tipo di variazione, in quanto se dovessero esserci degli imprevisti dovuti a vari motivi, come ad esempio il prolungamento dei lavori o degli errori nei calcoli quantitativi, la ditta rischierà di avere un bilancio negativo dell’opera. Tutto ciò è quindi più sicuro per l’ente appaltante e proprio per questo motivo è l’appalto più utilizzato.

Nell’appalto a misura, il corrispettivo finale verrà determinato una volta compiuto il lavoro. Questo tipo di appalto è rischioso per l’ente appaltante, in quanto ogni lavorazione dovrà avere il proprio prezzo unitario.

Nell’appalto misto, dei determinati lavori verranno espressi a corpo, mentre altri potranno essere contabilizzati secondo il metodo a misura.

L’appalto in economia invece, verrà determinato in base ai materiali utilizzati e alle ore di manodopera degli operai.

Come arredare la vostra attività di onoranze funebri

Un famoso detto dice “anche l’occhio vuole la sua parte”, e come può un imprenditore, che si accinge ad aprire la sua nuova attività, non credere a queste parole? D’altronde viviamo in un mondo dove l’apparenza conta molto, di conseguenza un negozio o un’attività particolare della quale parleremo in questo articolo, deve essere arredato nel miglior modo possibile senza cadere nel trash e senza strafare. La parola chiave, infatti, è semplicità.

Un arredamento sobrio

Le onoranze funebri Roma puntano sempre su un arredamento molto sobrio per diversi motivi, uno di questi è per non impressionare troppo i clienti, che sappiamo si stanno rivolgendo a loro sicuramente per un momento non facile della loro vita. La semplicità deve essere alla base di tutto: i mobili, le sedie e in particolare gli ornamenti vengono sicuramente più apprezzati se semplici e non troppo lavorati.

È facile trovare onoranze funebri con esposizioni proprio in negozio delle loro disponibilità, come per esempio le bare, ma a volte questo non viene molto apprezzato e i possibili clienti cercano un’altra agenzia alla quale potersi rivolgere. Inoltre si consiglia sempre di non abusare di colori scuri: molto spesso infatti, si trovano pareti di colore scuro, questo purtroppo fa sì che i clienti si intimoriscano. L’ambiente deve essere il più accomodante possibile e spetta all’imprenditore stesso e al personale saper trattare con le persone che si hanno di fronte.

Consigli utili

Al di là dell’arredamento è importante saper prendere per il verso giusto i propri clienti. Questo non è un lavoro per una persona impaziente, anzi, è il lavoro ideale per chi ha capacità di ascoltare, di tranquillizzare in qualche modo i parenti della persona che purtroppo è venuta a mancare. Si parla di momenti tristi in cui bisogna spendere dei soldi, per questo è consigliabile non proporre ai propri clienti cifre che sappiamo non possono sborsare, l’attenzione deve essere sempre a cercare di sostenere la persona che si ha davanti e proporre loro la miglior soluzione adatta alle loro esigenze.

Cuore ribelle, news e anticipazioni

Con le sue due stagioni all’attivo, Cuore ribelle è la neonata soap opera spagnola che ha letteralmente appassionato milioni di spettatori in patria, per quel gusto tutto romantico di coniugare l’affascinante mondo dei briganti, esuli e nomadi, viaggiatori e sognatori, con le loro appassionate avventure e scorribande all’universo melodrammatico dell’Andalusia del XIX° secolo, che trova la sua massima espressione nella caratterizzazione del paesino immaginario di Arazana.

Inizialmente la storia d’amore tra gli attori Marta Hazas e Carles Francino era il fulcro narrativo delle vicende, ma con l’abbandono dal cast da parte del giovane attore, il personaggio di Sara Reeves ha conquistato un ruolo centrale nella trama, è in lei che si riversano le speranze e i desideri del mondo dei briganti, il quale deve costantemente scontrarsi con le responsabilità e i doveri della Guardia Giurata che hanno lo scopo di frenare e stabilire quali siano i limiti tra ciò che è giusto e sbagliato, tra legalità e illegalità; conflitti e opposizioni che trovano difficile aderenza con il mondo dei sentimenti, il cui linguaggio edulcorato e appassionato della soap, impreziosisce la trama, caricandola di una forte tensione emotiva che spinge gli spettatori a seguire la genesi e il tramonto di amori incompresi e negati dalla società.

In questo contesto le quattro famiglie principali i Flores, i Montoro, i Pérez e i Garmendia rappresentano le diverse espressioni del potere sociale nel quale si misura il peso delle passioni dei protagonisti della soap. La perfetta ricostruzione storica degli usi e costumi poi, come pure dei fatti e degli eventi che hanno animato la Spagna arcaica e rurale del XIX° secolo trasmettono un senso di veridicità creando un valido contenitore in cui le storie d’amore acquistano una potenza emotiva attuale valicando gli stilemi del tempo storico.

Fonte: http://anticipazioni.org/cuore-ribelle

Organizzazioni a tutela delle imprese

I titolari di piccole e medie imprese, sempre più diffuse nel territorio italiano, hanno l’interesse a tutelare la loro attività. A tal proposito esistono delle organizzazioni atte proprio a rappresentare queste figure professionali e a creare una sorta di fusione tra tutte le categorie lavorative legate all’impresa.

Oltre alla presenza dei sindacati, che operano per difendere gli interessi delle categorie dei lavoratori ad essi iscritte, si sono sviluppate delle associazioni specifiche che riuniscono i lavoratori di un determinato settore. C’è infatti la Confcommercio, per i commercianti, la Confindustria per le industrie, la Confartigianato, per gli artigiani e, infine, la Confesercenti (o Confederazione degli Esercenti). Vediamo dunque nel dettaglio le attività legate a quest’ultimo settore degli Esercenti.

Le attività della Confesercenti

La Confesercenti è la società che riunisce e fa le veci delle piccole e medie imprese legate al commercio. Nello specifico rappresenta circa 352.666 imprese del commercio, turismo, servizi, dell’artigianato e delle Pmi dell’industria. Le singole imprese poi aderiscono alle federazioni di categoria presenti in Italia, con 120 sedi provinciali, 20 regionali e 1000 sedi comunali. Attualmente la Confesercenti è suddivisa in 75 associazioni di categoria e 21 federazioni regional

Lo scopo della Confesercenti è quello di contribuire ad attuare una crescita economica e uno sviluppo concreto delle società che vi aderiscono, contibuendo a guidarle, in un certo senso, anche per quanto riguarda le gare d’appalto Roma. La Confesercenti ha inoltre un carattere di natura collaborativo con le varie istituzioni italiane ed europee, nonché con le maggiori strutture economiche, culturali ed umanitarie.

La Confederazione degli Esercenti fa inoltre parte dell’Ueapme, un’organizzazione internazionale atta a sostienere gli interessi degli artigiani e delle piccole e medie imprese all’interno dell’Unione Europea. Infine è bene sapere che la Confederazione degli Esercenti è nata a Roma nel 1971 dall’unione di quattro categorie professionali di seguito riportate:

  • commercio ambulante (ANVAD),
  • distributori di carburante (FAIB),
  • commercio in sede fissa (UNCIC),
  • agenti di commercio (FIARC).

Quanto costa una investigazione privata?

BANCHE ONLINE

I costi degli investigatori privati variano sensibilmente in base ad una serie di criteri che incidono sul prezzo finale che viene praticato al cliente.

Va premesso che i margini di oscillazione dei prezzi degli investigatori sono in qualche modo regolamentati dalle tariffe che le agenzie investigative debbono obbligatoriamente depositare in Prefettura e rendere visibili nei propri uffici.

Ovvio che vi sono margini di discrezionalità piuttosto vasti e rapportabili al personale che il titolare dell’agenzia ritiene opportuno impiegare nel singolo caso nonché ai giorni e alle ore che si renderanno necessarie al fine di conseguire l’obiettivo dell’indagine.

Oltre a questi elementi, per la verità piuttosto ovvi, concorrono a determinare i costi di un investigatore privato, alcuni fattori non legati necessariamente alle operatività svolte per portare a termine l’incarico. Le operatività sono piuttosto ricorrenti: appostamenti, pedinamenti, pedinamenti elettronici (attraverso supporti GPS), riprese video/fotografiche, acquisizioni foniche.

Le agenzie investigative possono anche richiedere costi aggiuntivi per le operazioni di sbobinamento (di tracciati audio o filmati) ovvero costi di redazione e di eventuali aggiornamenti intermedi ed incontri con il cliente durante il periodo di svolgimento delle indagini.

Normalmente i players più rappresentativi del settore non applicano condizioni aggiuntive di questa tipologia ma comprendono nel prezzo le operatività elementari sopra citate.

Ovviamente, di contro, l’autorevolezza dell’istituto investigativo può incidere sulla determinazione del costo dell’indagine, così come alcuni requisiti che ne contraddistinguono la riconoscibilità sul mercato, come, tra gli altri, la certificazione di qualità e l’appartenenza alle associazioni di categoria nazionali ed internazionali.

Una accortezza da consigliare a chiunque voglia rivolgersi agli investigatori privati è quella di prestare attenzione alle spese di trasferta e al rimborso dei costi legati alle “spese d’indagine2 che normalmente sono ticket autostradali, biglietti aerei, navali e ferroviari, ingressi in locali, pasti e pernottamenti in hotel.

Le agenzie più corrette richiedono le spese di trasferta solamente legate all’investigazione e non per lo spostamento sul luogo di indagine, così come non addebitano al cliente spese di soggiorni o pernottamenti non strettamente legate alle esigenze di indagine.

Anche l’utilizzo del GPS, che ovviamente può agevolare i pedinamenti, spesso viene indicato come costo a parte.

E’ opportuno prestare attenzione in fase di sottoscrizione dell’incarico investigativo, che è obbligatorio per i detectives, e che deve rispondere a criteri deontologici di correttezza commerciale e di chiarezza.

Da tenere in considerazione che gli investigatori privati, come tutti coloro che svolgono attività di natura o valore professionale, non sono legati al conseguimento del risultato, pertanto le loro prestazioni vanno pagate a prescindere dal raggiungimento degli obiettivi prefissati.

I costi degli investigatori privati possono differire anche ampiamente: secondo alcune rilevazioni statistiche per  un’indagine matrimoniale di  3-4 giorni si varia dai 1.200,00 ai  3.500,00 euro.

Vi sono ovviamente anche alcuni istituti di investigazione che propongono pacchetti a cifre molto più elevate ed altri che invece propongono prezzi stracciati ma solitamente si limitano a tracciare i movimenti di un soggetto attraverso un supporto GPS.

Da sottolineare che l’informativa finale dell’investigatore privato che viene rilasciata al cliente, normalmente corredata di elementi fotografici o probatori in generale, è valida in sede legale e che i detectives possono essere citati come testi in udienza, sia a livello civile che penale.