Sopresa in Champions Il Wolfsburg batte il Real Madrid

Arriva dalla Germania la grande sorpresa dei  quarti di finale di Champions League, dove  la cenerentola Wolfsburg  ha sconfitto per  2-0 i maestri del Real Madrid, che venivano dall’ importante successo per 2-1, nel classico contro il Barcellona, disputato sabato al Camp Nou.

I tedeschi, che sono la squadra di un’ importante casa automobilistica tedesca, che ha numerose  filiali in grandi città nel mondo, come ad esempio la Wolkswagen Roma.

La partita

I padroni di casa, si trovavano per la prima volta ad affrontare un quarto di finale della massima competizione europea, a differenza degli avversari alla 33 partecipazione e con ben 10 Champions League in bacheca, ma la differenza di blasone non si è vista in campo.

Il tecnico del Wolfsburg,Dieter Hecking, ha preparato la gara in maniera perfetta, bloccando Cristiano Ronaldo mentre il tecnico madrileno Zinedine Zidane, non è riuscito a fermare i contropiedi dei tedeschi, ed è finito sul banco degli imputati.

Dopo un inizio timoroso, il Wolfsburg esce allo scoperto e  provandoo a colpire in contropiede  con Schurrle, che viene toccato in area di rigore da Casemiro e l’ arbitro, l’ italiano Gianluca Rocchi, non può far altro che fischiare un calcio di rigore; sul dischetto si presente lo svizzero Ricardo Rodriguez, in passato finito sul taccuino dei dirigenti del Madrid, che spiazza Keylor Navas e fa 1-0.

Galvanizzati dal vantaggio i tedeschi non mollano e al 25 si portano sul 2-0; l’ azione parte dal talento Draxler, che serve in diagonale Bruno Henrique, che  crossa dal fondo per Arnold, che supera per la seconda volta Navas.

Nella ripresa il Real attacca forte per cercare di riaprire una partita e  il discorso qualificazione alla semifinale, che prima del fischio d’ inizio sembrava scontata, ma oggi per  sfortuna di Zidane, Cristiano Ronaldo è in giornata no e non riesce e mettere a segno un gol, dopo che nelle precedenti otto gare ne aveva messi a referto  ben 13.

Il Real Madrid non riesce a pungere, anzi è il Wolfsburg a sfiorare la rete del 3-0 con Schurrle che in contropiede calcia alto a tu per tu con Keylor Navas.

A fine gara i giocatori del Real, escono dal campo affranti mentre il pubblico della  Wolkswagen Arena tributa una standig ovation alla squadra e a mister Hecking, che ha preparato una partita perfetta dal punto di vista tattico.

Il Ritorno

 Ora per il Wolfsburg c’ è l’ esame più duro, il 12 aprile infatti si giocherà al Santiago Bernabeu e la squadra tedesca dovrà difendere i due importantissimi gol di vantaggio per scrivere un’ altra pagina della sua storia, conquistando la semifinale, del massimo torneo continentale.

 

Il costo medio di un funerale

Sin dall’origine del mondo, il corso della vita non è mai cambiato. Infatti si nasce, si cresce ed infine si muore. Oggi vogliamo soffermarci su quest’ultimo aspetto della vita, indubbiamente il più triste, soprattutto nel caso in cui, a morire, è un nostro caro amico o parente. Purtroppo ad ognuno di noi è venuto a mancare un parente, come ad esempio un nonno o per chi è stato meno fortunato, un genitore.

Ed è proprio per onorare la vita del defunto in questione nel migliore dei modi, che vengono organizzati i riti funebri, i quali purtroppo hanno dei costi molto elevati. Difatti, molte volte accade che delle famiglie non possono permettersi le spese di un funerale. In questo periodo di crisi però, le agenzie di onoranze funebri, stanno provando a rendere accessibili a tutti i propri servizi, offrendo anche il servizio delle comode rate.

Vediamo quindi quanto verrebbe a costare ora in media, un rito funebre.

I servizi

Per accontentare in ogni modo i propri clienti, le onoranze funebri mettono a disposizione un gran numero di servizi. Andiamo a vedere i costi medi di ogni servizio:

Inumazione: il servizio più completo delle onoranze funebri. Si tratta della “sepoltura”, ma da qualche anno a questa parte, comprende anche tutto ciò che viene prima, come ad esempio la composizione della salma, l’allestimento degli addobbi, la scelta del legno della bara, la scelta dell’imbottitura interna alla bara, la targa incisa, la stampa e l’affissione dei manifesti di lutto, l’autorizzazione da parte del competente ufficiale di stato civile, al seppellimento, il trasporto con il carro funebre e così via dicendo.

Comprendente tutti questi servizi aggiuntivi, il servizio di inumazione viene a costare attorno ai 2.100,00€.

Tumulazione: non è altro che il servizio che consente la deposizione del cofano all’interno di un loculo, o comunemente chiamata tomba. Se si decide di fare uso di questo servizio, bisognerà tenere in considerazione che i costi aggiuntivi saranno di circa 500€. Inoltre, si dovranno stabilire determinati dettagli, come il materiale di realizzazione del loculo e così via dicendo.

Cremazione: la cremazione Roma non è altro che la riduzione del corpo, tramite del fuoco, negli elementi base, ossia gas e frammenti ossei. Le ceneri del defunto, verranno contenute all’interno di un’urna che verrà decisa dai parenti del defunto e consegnate a loro. Il costo di questo servizio si aggira attorno ai 500€.

Questa pratica sia per motivi economici che  per praticità negli ultimi anni è quella più praticata dai parenti dei defunti.

Perchè avere un sito web? Come realizzarlo? Ecco tutte le risposte

Oggi come oggi nell'era in cui viviamo è impossibile fare a meno di Internet. Uno strumento, quello della rete virtuale, che è ormai fondamentale per la nostra società. Ma Internet è poco senza i siti web, che sono i mezzi prioritari che restituiscono al proprietario fama, notorietà e interazione con i propri utenti. Per la realizzazione siti web a Roma cosi come nelle altre grandi città d'Italia esistono delle vere e proprie aziende che se ne occupano, affidando il lavoro ai propri professionisti che di solito mettono nelle mani dei proprietari del sito lavori altamente performanti, quanto più precisi e semplici possibile, affinché questi possano utilizzarli facilmente per il raggiungimento dei propri scopi. Ma non solo a pagamento, realizzare un sito web oggigiorno è diventato molto facile anche per i non esperti. Vediamo come questi ultimi possono fare per crearne uno.

Come realizzare un sito web

Creare un sito web è diventato ormai molto semplice, veloce e possibile da realizzare anche per i non esperti in programmazione informatica. Un esempio dei tanti che si possono prendere in considerazione è Weebly, un portale che permette la creazione di un sito web in maniera gratuita senza l'utilizzo di software particolari o plugin aggiuntivi. A questo si aggiunge la sua compatibilità con tutti i sistemi operativi esistenti, cosi da non escludere alcun tipo di persona da questa possibilità. Con programmi come Weebly, tutti coloro che vorranno realizzare un sito web di media efficienza potranno crearlo in pochissimo tempo e gestirlo come meglio vorranno. Per chi invece desidera un biglietto da visita online completamente personalizzato e tagliato a misura della propria azienda e in linea con il proprio business, è consigliabile rivolgersi ad esperti del settore per avere un prodotto adeguato alle proprie esigenze.

Perchè avere un sito è così importante

Ovviamente ci si chiederà perché realizzare un sito web. Le risposte possono essere tantissime e tutte di diverso tipo, l'unica certezza da cui si parte è la massima importanza per tutte le aziende, ma anche per i privati che vogliono aprirsi un negozio in proprio, di avere a disposizione un sito web. Perché è fondamentale? Perché offre una serie di vantaggi da non sottovalutare in quanto rappresenta il principale mezzo di comunicazione che permette la massima interazione tra acquirenti e venditori, fornendo ai primi molti strumenti sull'affidabilità e anche sulla professionalità dei secondi. Ma non solo, avere un sito web oggi significa far notare la propria presenza al mondo intero e, di conseguenza, la possibilità di essere trovato e conosciuto provocando ovvi risultati positivi per il soggetto in questione. In caso contrario, invece, si avrà un tipo di profitto derivante esclusivamente dai clienti conosciuti in ambito territoriale e/o fisico. Infatti, per un'azienda possedere e poter gestire un sito web significa anche poter ampliare il raggio di clientela, stimolando un numero sempre più crescente di utenti a interagire, tenendoli aggiornati sempre, tutti i giorni, tutte le ore e tutti i minuti dell'anno!

Infine, un ultimo, ma non per questo meno importante, motivo per cui conviene la realizzazione di un sito web è l'economicità dello stesso. I costi, infatti, sono notevolmente irrisori se si vogliono paragonare a quelli che servirebbero per farsi pubblicità sui tabelloni, sulla carta stampata o in tv.

 

Campagne elettorali, si guarda sempre più agli Usa

I cambiamenti del nostro modo di vivere alla fine prima o poi coinvolgono anche tutte le sfere della società in cui viviamo. Paradossalmente, in un'epoca dove i rapporti tra le persone non sono stati probabilmente mai così freddi e difficili, è la comunicazione a farla da padrona ed in questo caso è la tecnologia ad aver portato una rivoluzione. Negli anni '80 pensavamo ad un 2016 con macchine volanti e teletrasporto, niente di tutto questo è avvenuto con anzi ampie fette del globo che vivono ancora in condizioni di estrema difficoltà, ma piano piano l'uomo sta diventando animale del terzo millennio, con tutti i suoi pregi e difetti. Internet con i suoi social media e con il bombardamento di news, foto e video assieme ai telefonini con Whatsup hanno cambiato radicalmente il nostro modo di vivere e questo si riflette, naturalmente, anche nella politica. Negli ultimi mesi stiamo assistendo, e così sarà fino a novembre, alla lunga campagna per l'elezione del nuovo Presidente degli Stati Uniti che adesso è nel momento delle primarie. Detto che ancora ci sono molti volontari che fanno il porta a porta per sostenere il proprio candidato la grossa fetta delle ingenti risorse a disposizione viene veicolato nel web e nel creare grossi eventi allo scopo di farli diventare poi virali nel…web. I discorsi di Trump e di Sanders o i meeting della Clinton finiscono sempre poi per impazzare sui social o su Youtube risultando così il miglior mezzo di comunicazione politica ed il terreno dove si svolge il conflitto più aspro.

Si cambia anche in Italia

Le vecchie tribune politiche ormai sono solo un pallido ricordo anche da noi. Questo giugno si voterà nelle quattro maggiori città italiane (Roma, Milano, Torino e Napoli) e la guerra più che in tv la si sta facendo sul web. A Milano 5 anni fa il candidato del centrodestra Letizia Moratti sembrava essere in netto vantaggio su quello del centrosinistra Giuliano Pisapia, ma poi una poco felice uscita di Red Ronnie fece si che si creasse il tormentone “è colpa di Pisapia” che diventò assolutamente virale dando una grossa mano al recupero, che alla fine risultò vincente, del candidato del centrosinistra. Così ora ogni frase o argomento diventa vittima di hashtag, vignette e gruppi di sostegno o di sberleffo. La politica insomma entra totalmente nel web ma non abbandona le piazze. Bisogna pur dimostrare di non essere solo personaggi virtuali ma anche di avere il sostegno reale della gente. Ed ecco quindi nella capitale per esempio comizi e sit-in che poi si coniugano anche nell'intrattenimento con la partecipazione di personaggi noti e dei migliori dj Roma. Tutti momenti e immagini che poi impazzano nel web, nel bene o nel male, e che possono rivelarsi decisivi per l'affermazione di un candidato rispetto ad un altro perchè, almeno in questo campo, l'America non pare essere così distante.

Le migliori discoteche del mondo

I giovani amano passare le loro serate in discoteca dove ci si può divertire a  ballare tutta la notte a conoscere nuove persone .

In Italia ci sono moltissime discoteche famose che  fanno si che i giovani si divertano a passare delle belle serate organizzando dei grandi eventi come ad esempio il capodanno Piper, che molto ricercato nella capitale, ma  il mondo è pieno di grandi e bellissime discoteche che intrattegono i giovani

Le 4 discoteche top nel mondo

Le maggior parte delle discoteche più belle del mondo si trovano  in zona di mare dove ogni estate  giovani di tutto il mondo si ritrovano per passare le loro vacanze all’ insegna del divertimento assoluto.

Space – Miami

Lo Space si trova al centro di Miami in un ex fabbrica situata  a Downton street ed considerata uan delle più grandi del mondo con i sui 2800 metri quadri di superficie.

Allo Space  si possono gustare fantastici cocktail che vengono preparati nei 9 bar presenti all’ interno della discoteca.

In questa discoteca solitamente vengono suonati generi come l’ hip pop e l’ house e nel tempo ha suonato alcuni tra i dj famosi come Erick Morillo e Sasha.

L’ ingresso in discoteca è permesso solo ai maggiorenni, che vengono selezionati all’ ingresso.

Fabric- Londra

Questa discoteca si trova nella parte nord di Londra in Charterhouse Street è  la più grande di Londra composta da tre piani interrati  e 5 sale ,dove è possibile trovar generi musicali differenti.

Una delle principali caratteristiche del Fabric è che presenta una sala con una pavimentazione vibrante, unica al mondo che  fa ballare i giovani al suono di musica hip pop ed elettronica suonata da dj come Craig Richards e  Terry Francis.

Pacha – Ibiza

Il locale storico dell’ isola delle Baleari con più di 40 anni d’ attività e una tappa fissa per tutti quei giovani che decidono di passare le vacanze ad Ibiza.

Questa discoteca rimane aperta per tutta la settimana in cui vengono organizzati eventi di particolare importanza quello del martedì dove è possibile fare un tuffo nel passato ballando sulle note della dance anni 70.

Il Pacha è un vero è proprio monumento infatti oltre che essere una discotea e diventato anche un brand che vende i suoi prodotti.

Cavo Paradiso- Mikonos

Mikonos è l’ isola graca della gioventù, e il centro nevralgico della vita notturna è il Cavo Paradiso che presenta una fantastica struttura in roccia che si affaccia sulla spiaggia.

La discoteca presenta una struttura di circa di 3000 metri quadrati dove vien suonata a tutto volume da i migliori dj del mondo, la musica house.

Come preparare il migliaccio?

Hai mai sentito parlare del migliaccio? Si tratta di un dolce tipico della tradizione culinaria napoletana, che non può mancare sulla tavola di Carnevale, ma che può essere servito in qualunque altra occasione. Il nome di migliaccio deriva dall'ingrediente principale che veniva utilizzato nella ricetta originaria, cioè il miglio, uno dei cereali più diffusi nella cucina povera contadina, grazie anche alla sua straordinaria versatilità. Oggi il miglio viene solitamente sostituito dal semolino, ma il risultato finale garantisce lo stesso livello di golosità. Non a caso il migliaccio viene chiamato anche con il semplice nome di torta di semolino, dall'aspetto morbido e invitante.
Per sapere come preparare il migliaccio nel modo giusto, non si può fare a meno di partire dalla lista degli ingredienti, che sono semplici ed economici, come sempre accade nei piatti della tradizione culinaria regionale. 
Oltre al semolino, i componenti più importanti della ricetta sono 

  • la ricotta,
  • le uova, 
  • lo zucchero,
  • il burro
  • ed il latte.

Il numero di uova e la quantità degli ingredienti di partenza può variare da ricetta a ricetta e da famiglia a famiglia, in base al gusto personale o alle esigenze del caso. 
Un migliaccio con tre uova invece di quattro e con una proporzione diversa del resto degli ingredienti ad esempio, è sicuramente una variante più leggera della ricetta, ideale se hai voglia di preparare qualcosa di buono senza per questo eccedere nelle calorie.

Essenziali per la buona riuscita della torta al semolino, o migliaccio che dir si voglia, sono gli aromi, che devono essere aggiunti all'impasto per esaltare il sapore dolce e delicato della ricotta. La scorza di un'arancia o, in alternativa, di un limone non trattati, insieme ad una bacca di vaniglia si abbinano alla perfezione alla cremosità del composto. Se ami i sapori più forti e se il tuo migliaccio è dedicato a solleticare il palato di soli ospiti adulti, puoi provare a sostituire la scorza dell'arancia con qualche goccia di liquore agli agrumi: il risultato sarà altrettanto piacevole, ma il gusto risulterà più deciso. 

Il bello di questa ricetta è che puoi decidere tu come preparare il migliaccio con un pizzico di personalizzazione. Nell'impasto di ricotta e semolino, da lavorare in modo da risultare ben amalgamato e privo di grumi, puoi aggiungere a tuo piacimento gocce di cioccolato, pinoli o uva passa.
L'ultimo tocco prima di portare il tuo dolce in tavola non potrà che essere una spolverata di zucchero a velo. Un dolce come questo riuslterà ottimo per la colazione e comunque per qualsiasi momento in cui abbiate voglia di un momento dolce!

Birrifici artigianali in crescita: aumenta la richiesta di birra online

I birrifici artigianali stanno conoscendo un periodo di forte crescita.

La ragione di questo successo sta nella grande qualità di un prodotto molto amato dai consumatori.

Le birre artigianali stanno diventando per il mercato dei liquori in genere e delle enoteche online, un settore di traino ed i birrifici italiani si stanno affermando come leader di settore.

Grande spinta si deve anche alla nascita di molte fiere di birre artigianali che aiutano nel diffondere la cultura di questa bevanda antica ma sempre attuale.

Una volta la birra veniva semplicemente abbinata all'idea di una bella pizza o di un panino, ad una serata tra amici riuniti per vedere una partita di calcio etc etc. Ad oggi invece soprattutto grazie alla moltitudine di birre industriali e artigianali, il mercato offre una moltitudine di varietà dai gusti più ricercati.

Stiamo assistendo ad un esponenziale aumento di nuovi marchi di birra, perlopiù artigianale, molto apprezzati sin da subito proprio grazie ad una capillare diffusione nel territorio limitrofo alla produzione e non da meno grazie al mercato online, dove numerosi siti e-commerce specializzati nella vendita di vino e liquori, stanno concentrando i loro sforzi per offrire sempre nuovi prodotti alla propria clientela.

I birrifici artigianali hanno al loro interno una componente di innovazione che incontra il gusto dei clienti. Sono proprio le nuove birre italiane a generare in gran parte il boom di crescita. La richiesta di birra artigianale aumenta principalmente online. La facilità di poter scegliere la birra migliore e di proprio gusto comodamente e dal birrificio di propria scelta è il vantaggio che attrae principalmente i clienti. I birrifici artigianali tramite il web hanno la possibilità di far conoscere i loro prodotti di ottima qualità.

Le birre artigianali utilizzano prodotti naturali e in genere del territorio, questo le rende uniche per quanto riguarda il sapore e tramite la vendita online riescono a far conoscere le loro qualità ad un pubblico più vasto.

Il boom di vendita online non si ferma alla sola birra. Anche la vendita del vino online, in particolare dei vini regionali sta vivendo un periodo di grande fervore. L'enoteca online è ormai la via privilegiata per acquistare vini pregiati dagli intenditori. La possibilità di avere a disposizione un grande assortimento di vini e poterli ordinare velocemente e facilmente è un vantaggio che fa la differenza. Scegliere il proprio vino filtrando il produttore, la tipologia, la regione è molto apprezzato da chi ama il buon vino e a questo oggi si aggiunge anche la birra.

Cenone di Capodanno

La fine dell’anno si avvicina ed il momento di ultimare i preparativi per dare l’inizio ad una festa entusiasmante in compagnia dei propri amici. Ci sono vari modi di festeggiare l’ultimo giorno dell’anno, si può ad esempio organizzare una cena in casa o prendere parte al capodanno spazio 900, un evento unico che ogni anno propone serate all’insegna del divertimento e della musica suonata dai migliori dj della capitale. Per organizzare un cenone di Capodanno in casa indimenticabile è importante curare i dettagli relativi alla cena, all’allestimento della sala e all’intrattenimento nei minimi dettagli. Di seguito è illustrata una gustosa ricetta semplice da preparare, grazie alla quale è possibile realizzare un primo piatto, che conquisterà il palato dei vostri ospiti.

Crepes agli asparagi

Ingredienti

  • 600 gr asparagi,
  • parmigiano reggiano,
  • 30 gr di burro, sale,
  • pepe,
  • 160 gr di formaggio Emmental o gruviera,
  • 2 uova,
  • 150 gr di latte intero o parzialmente scremato,
  • 70 gr di farina.

Per la preparazione della besciamella occorrono: 50 gr di farina, 50 gr di burro, mezzo litro di latte intero o parzialmente scremato, noce moscata, sale. La prima cosa da preparare sono le crepes: in una terrina mettere le uova, la farina, il latte, il burro, il sale, amalgamare tutti gli ingredienti, possibilmente con l’aiuto di una frusta a mano o elettrica fino a quando il composto non diventerà cremoso e soprattutto senza grumi. Far riposare il composto ottenuto per circa 30 minuti. Trascorso questo lasso di tempo prendere una padella, ungerla con un filo di olio, far scaldare l’olio e versare tre cucchiai del composto. Realizzare delle frittatine, che vanno riposte su un vassoio con carta assorbente. Dedicarsi poi alla preparazione della besciamella, sciogliere in un pentolino il burro a fuoco basso, aggiungere la farina, mescolare rapidamente, aggiungere lentamente il latte, continuando a mescolare il tutto per evitare che si formino dei grumi, cuocere per circa 10 minuti e infine aggiungere il sale e la noce moscata. Lessare gli asparagi per circa 10 minuti in una pentola, tagliarli a pezzetti, prendere una padella, aggiungere una noce di burro, far scaldare e mettere gli asparagi. Frullare gli asparagi con l’aggiunta di cinque cucchiai di besciamella in un mixer. Riempire le crepes precedentemente preparate con la crema ottenuta e della gruviera tagliata a listarelle. Arrotolare le crepes, ungere una pirofila con un filo di olio, adagiare le crespelle al suo interno. Ricoprire con la besciamella, il parmigiano e cuocere in forno per circa 15 minuti a 180°.

 

Guanti: essenziali nell’abbigliamento moto

Quando si sceglie l’abbigliamento moto, non bisogna sottovalutare l’importanza dei guanti, perché hanno il compito di assicurare una perfetta presa sulle manopole della moto, senza compromettere la manegevolezza. Chi guida una moto infatti sa che avere sensibilità sulle manopole può salvare addirittura la vita in determinate circostanze.

Se si indossano dei guanti che intralciano i movimenti, si rischia di perdere attimi preziosi per effettuare una manovra di emergenza. Occorre quindi scegliere dei guanti che garantiscano una buona presa sulle manopole, e che proteggano contro il vento, sole, acqua, detriti e corpi estranei.

Ma non solo: quando si guardano i vari modelli di guanti, occorre verificare che aderiscano alle nostre mani come una seconda pelle, senza però stringere e bloccare la circolazione sanguigna. I guanti non devono mai essere larghi ma avvolgere perfettamente le dita: altrimenti, in caso di caduta, possono verificarsi ustioni o abrasioni. Inoltre si consiglia, quando si acquista questo elemento così importante dell’abbigliamento moto, di scegliere un modello fissabile con cinghie o chiusure boa, per essere certi che non si sfili.

I guanti da moto aderiscono alle manopole grazie a una struttura ruvida sul loro interno: alcuni tipi hanno degli inserti applicati proprio per ottimizzare il grip.

Si possono scegliere diverse tipologie di tessuti: ad esempio la pelle, il neoprene e il Goretex. La pelle bovina è un materiale eccezionale, perché occupa poco spazio e garantisce una presa ottimale e inoltre resiste all'usura e al tempo. Anche la pelle di capra è apprezzata per le sue caratteristiche di protezione e di comfort, mentre la pelle di canguro fornisce un’altissima resistenza all’abrasione ed è persino più leggera della pelle bovina.

Esistono anche altri materiali, mendo diffusi ma in grado di fornire un’ottima protezione in caso di caduta: la cordura, ossia un prodotto sintetico in fibra di nylon, leggero, impermeabile e traspirante, o anche il Kevlar, un tessuto tecnico in nylon rinforzato capace di combinare comfort, flessibilità e resistenza. Quando si acquistano i guanti da moto, occorre controllare che ci siano i supporti rigidi realizzati in carbonio che proteggono le nocche in caso di caduta o di urti.

La scelta di questo capo fondamentale dell’abbigliamento moto varia anche a seconda della stagione: i guanti invernali saranno più pesanti per proteggere dal freddo e dal gelo, mentre quelli estivi dovranno fare in modo che la nostra pelle riesca a traspirare. Dei buoni guanti invernali dovrebbero avere queste caratteristiche: membrana interna anti-acqua ad alta impermeabilità, fodera interna in pile (ideale per le temperature rigide), inserti rinforzati antiscivolo su palmo e pollice, protezione perfetta per pioggia e vento. Quelli estivi devono essere leggeri e comodi (ad esempio in tessuto stretch e nabuk) garantendo però protezione e sicurezza. Alcuni modelli sono dotati di dorso della mano in tessuto mesh traforato, palmo in morbida pelle e di prese d'aria, per ottenere il massimo del comfort.

Prenotare un hotel 4 stelle a Firenze per partire con il piede giusto!

Pasqua e pasquetta sono alle porte: mancano meno di quindici giorni e la maggior parte degli hotel sono già pieni. Tuttavia, niente panico: vi sono, infatti, una serie di mete che, proprio perché estremamente gettonate, offrono una moltitudine di possibilità anche last minute. Per esempio la Toscana è una delle mete più amate sia dagli italiani, sia dagli stranieri. Oltre a Siena, Lucca e Pisa, Firenze è certamente una delle mete più affascinanti e degne di essere visitate: una città densa di storia, di cultura e di attrattive che si sviluppano in un contesto paesaggistico di eccellenza.

Per organizzare una vacanza da sogno in questa città densa di fascino è quindi importante seguire qualche piccolo tip che vi aiuterà non solo a visitare quanti più luoghi possibili in città, ma anche a godere degli eventi e delle tradizioni culinarie ma non solo!

Prenotare un hotel di ottima qualità

Affinché il soggiorno sia quanto più confortevole possibile, è necessario scegliere con cura dove soggiornare: prenotare un hotel 4 stelle Firenze, vi consentirà di godere di un servizio di prima scelta. Infatti soggiornare all’interno di un ambiente confortevole, non è affatto scontato se si trascorrono molte ore per le strade della città, visitando musei, partecipando agli eventi e facendo shopping nei migliori negozi. Vi consigliamo, proprio in virtù dello stress che questa tipologia di vacanza comporta, di coccolarvi in hotel e di godere di tutti i comfort possibili. La colazione, per esempio, vi consigliamo di includerla nel pacchetto di prenotazione: spesso, e soprattutto se ci si rivolge a strutture alberghiere di prima classe, essa è ricca, intercontinentale e deliziosa. Se avete bimbi piccoli, forse, sarebbe bene prenotare anche la cena che li matterà nelle condizioni di avere menù dedicati interamente a loro e, quindi, più leggeri e sani. Infine, ma non per importanza, bisogna ricordare che gli hotel a 4 o a 5 stelle offrono servizi supplementari: spesso al loro interno vi sono palestre, centri estetici, parrucchieri e spa che possono tornare molto utili non solo per rilassarsi, ma anche per prepararsi al meglio, se si deve partecipare a un evento speciale.

Avvalersi del supporto della tecnologia

Prima di partire non acquistate guide e mappe cartacee della città: esse, solitamente, sono scomode e ormai desuete. Il nostro consiglio è, piuttosto, di scaricare apposite app che vi consentiranno di scoprire i luoghi più reconditi o di tendenza del luogo in cui avete scelto di trascorrere qualche giorno. Tra le app più famose, ricordiamo: Skyscanner, Google Maps, Moovit e Settle App. Soprattutto quest’ultima vi agevolerà moltissimo in quanto vi consentirà di gestire le spese, individuali e collettive, durante il viaggio